https://www.viagrageneriquefr24.com/ou-acheter-du-viagra-en-pharmacie/

Seminari dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici

Tutte le iniziative, ove non altrimenti specificato, si svolgono nella sede dell'Istituto e sono aperte al pubblico.

Venerdì 23 e sabato 24 ottobre 2020

Il seminario si terrà sulla piattaforma ZOOM. Esso sarà inoltre reso accessibile in streaming sul nostro canale Youtube (https://www.youtube.com/user/AccademiaIISF?feature=sub_widget_1).
Chi volesse seguire l'incontro sulla piattaforma Zoom è invitato a inviare la propria adesione all'indirizzo newsletter@iisf.it entro le ore 10 del 22 ottobre 2020. 
Dopo la chiusura delle iscrizioni sarà inviato il link per collegarsi al seminario.


Giornate di studi


I malesseri della ricerca
A cura di Francesco Campana e Giulio Gisondi

Venerdì 23 ottobre, ore 16

Introducono
Francesco Campana e Giulio Gisondi

Geminello Preterossi
(Università di Salerno - IISF)
Fuga dal contenuto

Francesco Sylos Labini (Centro Studi e Ricerche Enrico Fermi/CNR)

La valutazione che cambia la ricerca: conformismo e scoperte

Sabato 24 ottobre, ore 10

Valeria Pinto (Università di Napoli Federico II)
(S)valutazione della ricerca e proletarizzazione del sapere

Alberto Baccini
(Università di Siena)

Cattive condotte: come gli incentivi alla performance corrompono la ricerca

Francesca Coin (Lancaster University)
Accademia e depressione: un’economia politica

Davide Borrelli (Università di Napoli Suor Orsola Benincasa)
Se questo è un ricercatore

Le politiche della ricerca scientifica hanno subito negli ultimi anni mutazioni significative. Queste hanno coinvolto i meccanismi istituzionali e le dinamiche di accesso all’università, i processi di valutazione e di finanziamento, rinchiudendo la ricerca scientifica in una logica di mercato che anziché aprire e diversificare oggetti di studio, approcci e metodologie, finisce con l’omologarli ed impoverirli. La giornata di studi intende affrontare l’impatto che queste politiche hanno avuto e stanno avendo sulla vita concreta di chi fa ricerca, con uno sguardo specifico al malessere di quei tanti che, tra la fine di un dottorato e l’avvio di una più stabile carriera accademica, faticano a proseguire il lavoro scientifico in una condizione di assoluta precarietà professionale ed esistenziale.


cpr near me