https://www.viagrageneriquefr24.com/ou-acheter-du-viagra-en-pharmacie/
Mappe. Un mondo di parole

 

Progetto: Fiorinda Li Vigni

Coordinamento: Iacopo Chiaravalli e Elena Tripaldi

Riprese e montaggio: Giulia Vannucci

Redazione: Iacopo Chiaravalli, Michela Davo, Lorenzo Giovannetti, Chiara Montalti, Elena Tripaldi, Giulia Vannucci, Rolando Vitali

Social: Piero Dal Poz



Mito

Soggetto e sceneggiatura
Michela Davo, con la collaborazione di Lorenzo Giovannetti e Rolando Vitali

Riprese e montaggio
Giulia Vannucci

Che rapporto intercorre tra il mito, la religione e la fondazione politica di uno stato o di una comunità? La scomparsa in battaglia del re Sebastiano I e il clima culturale da cui fu accolta contribuirono, insieme a certe contraddizioni dell'anima lusitana e al sentimento della saudade, all'affermazione di alcuni tra i motivi principali della letteratura portoghese. I filosofi di Lisbona, con il Portogallo tutto, incarnarono, tra Ottocento e Novecento, la polarità opposta (eppure così speculare) alla Germania: il paese della non-filosofia. La videolezione, corredata di un'intervista al Prof. Gerardo Cunico (Università degli Studi di Genova) cerca di delineare un percorso storico che, a partire dalla Grecia di Oreste, evidenzi sinergie e discontinuità tra il mito e le sue attuazioni religiose o politiche.

What is the relationship between myth, religion and the political foundation of a state or a community? The disappearance of King Sebastian I in battle and the cultural climate that immediately surrounded the event contributed, together with certain contradictions of the Lusitanian soul and the feeling of the saudade, to the affirmation of some of the main motifs of Portuguese literature. To the philosophers of Lisbon, Portugal constituted in the 19th and 20th centuries the opposite of the most representative of philosophical coutries in the modern age, namely Germany. In this way, Portugal was conceived as the country of non-philosophy. The videolection, accompanied by an interview with Prof. Gerardo Cunico (Università degli Studi di Genova), tries to outline a historical path which, starting from the Greece of Orestes, highlights synergies and discontinuities between the myth and its religious or political implementations.

 

› Torna all'indice dei lemmi

 

Redazione