https://www.viagrageneriquefr24.com/ou-acheter-du-viagra-en-pharmacie/
Multiverso | letture

 

 

Progetto: Fiorinda Li Vigni

Coordinamento: Francesco Campana

Redazione: Alessia Araneo, Francesco Campana, Olimpia Malatesta, Lorenzo Pompeo

Social: Andrian Ivanes

Poggi - Traiettorie di pensiero. Prospettive storico-teoretiche di riflessione e ricerca

Recensione a cura di Giulia Battistoni, con la partecipazione di Pasquale Vitale e Lorenzo Pizzichemi, al volume Traiettorie di pensiero. Prospettive storico-teoretiche di riflessione e di ricerca, curato da Davide Poggi

 

 

Il libro:
Davide Poggi, (a cura di) Traiettorie di pensiero, Prospettive storico-teoretiche di riflessione e ricerca
QuiEdit, Verona 2020
Brossura, 190 p.
ISBN 978-88-6464-597-1


Davide Poggi
 (Mantova, 1979) è professore Associato di Filosofia Teoretica presso l’Università degli Studi di Verona. Le sue ricerche si concentrano sulla teoria della conoscenza e sull’ontologia. Si è dedicato, in particolar modo, allo studio della filosofia moderna, specialmente alla “gnoseologia pura elementare” di Giuseppe Zamboni, alla filosofia di John Locke e alle sue teorie riguardanti il soggetto pensante e la coscienza. È autore delle monografie La coscienza e il meccanesimo interiore. Roberto Ardigò, Francesco Bonatelli, Giuseppe Zamboni (Il Poligrafo, 2007) e Lost and Found in Translation? La gnoseologia dell’Essay lockiano nella traduzione francese di Pierre Coste (Olschki, 2012). Dal 2020 è Direttore del Centro “Ricerche di Gnoseologia e Metafisica” del Dipartimento di Scienze Umane dell'Ateneo veronese.

Pasquale Vitale è docente di ruolo di storia e filosofia presso il liceo classico “D. Cirillo” di Aversa. È laureato in filosofia medievale e in filologia moderna cum laude. Fa parte del comitato scientifico della rivista «Figure dell’immaginario». È autore di numerosi articoli su Pietro Pomponazzi, due dei quali pubblicati sulla rivista «Lo sguardo», di una monografia intitolata Letture e riletture aristoteliche: dai cosiddetti pitagorici a Bergson (Limina Mentis, 2013), di due testi per uso didattico di cui uno intitolato La filosofia aristotelica e il linguaggio del corpo nell’immaginario dantesco (Pasquale Gnasso Editore, 2017) e di un manuale di filosofia contemporanea dal titolo La Nottola di Minerva. Filosofia contemporanea: dal teatro ai fumetti (Pasquale Gnasso Editore, 2019). Per quanto concerne il versante linguistico-letterario, sta per essere pubblicato un suo lavoro su Pier Paolo Pasolini dal titolo Pasolini attraverso i racconti: Analisi linguistica, retorica e stilistica di Donne di Roma (2021).

Lorenzo Pizzichemi Ph.D., è docente a contratto in Logica e filosofia della scienza presso l’università telematica “e-campus”. È stato Gastdoktorand presso la Ruprecht-Karls-Universität di Heidelberg, Visiting Scholar presso la Columbia University di New York e borsista presso l’Istituto Italiano per gli Studi Storici di Napoli. Tra i suoi studi: Carl Immanuel Diez e gli inizi dell’idealismo tedesco (Pensa, 2013); L’uso di sé. Il concetto di ‘uso' in Kant e la questione del fondamento della filosofia trascendentale (Il Mulino, 2020).

Davide Poggi, Prefazione
Ferdinando Luigi Marcolungo, Giuseppe Zamboni e la «Critica della ragion pura» di Kant
Laura Anna Macor, L’illuminismo di Lessing: non solo Selbstdenken
Giorgio Erle, Tra filosofia pratica e filosofia teoretica. Appunti per una fondazione razionale dell’etica, da Kant e Hegel, a Jonas e Apel
Giulia Battistoni, Per un’etica della comunicazione a partire da Kant: guadagni e criticità
Antonio Moretto, Scienza e filosofia in Descartes
Fabrizio Di Bella, «Dalla storia all’essenza». Filosofia, tradizione ermetica e storia in Jacob Böhme
Lorenzo Vitale, Potenza, felicità ed etica

Letto 318 volte

Redazione