https://www.viagrageneriquefr24.com/ou-acheter-du-viagra-en-pharmacie/

Istituto Italiano per gli Studi Filosofici Press

«Il primo fonte della felicità umana». Leopardi e l’immaginazione

A cura di Ludovica Boi e Sebastian Schwibach

Autori vari
ISBN 978-88-97820-51-2
Pagine: 314
Anno: 2021
Formato: 11,5 x 19,5 cm
Collana: Costellazioni, 4
Supporto: File PDF (open access 2.5 Mb)

Acquista il formato cartaceo

Il presente volume è dedicato a uno dei concetti centrali dell’universo teorico e poetico di Giacomo Leopardi: l’immaginazione. Indagare l’immaginazione, infatti, significa analizzare i rapporti tra la filosofia e poesia, l’amore, la ricordanza, l’imitazione, il senso dell’animo, e ancora la visione e il segno pittorico, l’attitudine pratica ad agire moralmente e politicamente.
Le indagini contenute in questa raccolta di saggi, curata da Ludovica Boi e Sebastian Schwibach, sono rivolte non solo ai testi leopardiani, nell’intento di contribuire a una comprensione più circostanziata e storicamente pertinente del pensiero di Leopardi, ma anche ad alcuni interpreti finora poco studiati (Paolo Marzolo, Giovanni Vailati, Aldo Capitini) oppure qui indagati sotto nuove prospettive (Friedrich Nietzsche, Giuseppe Rensi, Giovanni Gentile, Piero Bigongiari, Toni Negri, Emanuele Severino), arricchendo così la storia del leopardismo filosofico.

Ludovica Boi (Roma, 1992) è assegnista di ricerca presso l’Università di Verona, dove svolge un progetto su salute e malattia in Nietzsche. È socia del Centro Studi Giorgio Colli e della Società Italiana di Storia delle Religioni (SISR). Dopo essersi formata alla Sapienza, aver ottenuto una borsa di studio DAAD e diverse borse di formazione IISF, nel 2020 è stata borsista di ricerca IISF, con un progetto sul misticismo filosofico in Giorgio Colli.

Sebastian Schwibach (Roma, 1990), laureato in Scienze Forestali nel 2012, ha conseguito nel 2017 il doppio titolo magistrale in filosofia presso l’Università La Sapienza e la Schiller Universität di Jena. Nel 2017 ha pubblicato il libro Discordia concors. La “perennis philosophia” tra crisi del mondo moderno e Rinascenza. Dal 2019 è dottorando presso la Lumsa e la UCP di Lisbona, con un progetto di ricerca sul pensiero di Elémire Zolla.

 

INDICE 

Prefazione di Massimiliano Biscuso

Introduzione di Ludovica Boi e Sebastian Schwibach

Attraversare l’immaginazione
Il rapporto immaginazione-filosofia e l’unità della conoscenza in alcune note dello Zibaldone di Andrea Ferretti
Soglie. Sul senso dell’animo di Massimiliano Biscuso
«Io nel pensier mi fingo»: appunti sulla teoria leopardiana dell’immaginazione di Amedeo Vigorelli

Lungo il confine tra filosofia e poesia
Entusiasmo erotico e immaginazione: oltre l’arido campo della ragione di Sebastian Schwibach
Nell’alveo dell’immaginazione: Leopardi e Nietzsche tra poesia e filosofia di Ludovica Boi
La potenza dell’amore: sul rapporto tra filosofia e poesia in Leopardi di Nicolò Galasso
Poesia e filosofia: da Giacomo Leopardi agli autori del secondo Novecento di Giulia Venturi

La potenza dell’immaginazione nel campo delle scienze e dell’etica
Il potere dell’immaginazione: Vailati e Leopardi di Luca Natali
Immaginazione, ricordanza e imitazione: Giacomo Leopardi e Paolo Marzolo di Alice Orrù
Il Leopardi persuaso di Aldo Capitini di Daniele Taurino
La comunità immaginata: l’idea della relazione sociale tra scetticismo, materialismo e politica in Rensi e Leopardi di Franco Gallo

Letto 1424 volte