Istituto Italiano per gli Studi Filosofici Press

La natura corporea delle immagini. Da Empedocle a Lucrezio

A cura di Francesco Aronadio, Erminia Di Iulio e Francesca Masi

Autori vari
ISBN 978-88-97820-98-7
Pagine: 264
Anno: 2022
Formato: 12,5 x 19,5 cm
Collana: Dynamis, 6
Supporto: libro cartaceo

Acquista

I saggi raccolti nel presente volume muovono dall’intento d’indagare la natura della nozione di “immagine” come essa viene dispiegata nel pensiero greco antico. Tale “immagine”, come è possibile evincere immediatamente guardando ai titoli che compongono la presente collettanea, si caratterizza come essenzialmente corporea. In effetti, ciò che emerge in modo perspicuo e al contempo dettagliato è come nel mondo antico si fosse costituita e via via consolidata una tradizione caratterizzata da una concezione dell’immagine che si potrebbe definire, con aggettivo forse improprio ma eloquente, “materialistica”, rispetto alla quale i diversi filosofi commisuravano le loro specifiche riflessioni in materia, aderendo pienamente a essa o anche collocandosi a relative distanze. Il panorama qui offerto copre buona parte dell’arco di tempo in cui si sviluppò la filosofia antica ed è rappresentativo delle principali posizioni teoriche espresse sull’argomento: dal presocratico Empedocle, attraverso Gorgia e Democrito, il lettore sarà accompagnato poi a seguire le avventure dell’immagine nelle elaborazioni di Platone e Aristotele, per concludere con Epicuro, lo stoicismo e Lucrezio.

 

Indice

Introduzione
Filippo Forcignanò, «Ponderare con cura fra i singoli sensi». Alcune riflessioni sulla percezione in Empedocle
Erminia Di Iulio, Gorgia e il materialismo empedocleo. Homologia, percezione e pensiero nel Trattato sul non essere
Pierre-Marie Morel, La fabbrica delle immagini. Sull’etica di Democrito
Federico M. Petrucci, Corpi, movimenti e immagini corporee. Il reale oggetto della vista nel Timeo di Platone
Giulia Mingucci, Impronte nell’anima. La formazione dei phantasmata nella fisiologia aristotelica
Giuliana Leone, Considerazioni sulla fisiologia delle immagini in Epicuro. Il contributo del II libro Sulla natura
Stefano Maso, L'epistemologia stoica e i suoi fantasmi
Francesca Guadalupe Masi, Immagine e illusione nel De rerum natura di Lucrezio

Letto 647 volte