https://www.viagrageneriquefr24.com/ou-acheter-du-viagra-en-pharmacie/
Pinakes. Ritratti dall'archivio storico

 

 

Progetto: Fiorinda Li Vigni

Coordinamento:  Emilia Marra

Redazione: Giulia Adabessa, Elisa Bellato, Elenio Cicchini, Irene Dal Poz, Giulio Gisondi, Vincenzo Fatigati, Emilia Marra, Wolfgang Kaltenbacher

Social: Elia Mantovani

Supporto tecnico: Mario Beghini, Gianluca Bessi, Fabiana Castiglione, Francesca Vittoria

Remo Bodei

 

 

A cura di Emilia Marra

Remo Bodei (1938-2019) è stato un filosofo e storico delle idee protagonista degli ultimi cinque decenni del panorama culturale italiano. Allievo prima e docente poi della Scuola Normale Superiore di Pisa, Bodei ha intervallato gli anni toscani con esperienze internazionali di formazione e di insegnamento in Germania, Inghilterra, Spagna, Canada, Stati Uniti e Messico. La sua attività di ricerca, testimoniata da importanti contributi editoriali e dalle numerose lezioni in contesti accademici e divulgativi, trova una pietra angolare nella riflessione sulla temporalità, collettiva e individuale. Tale interesse speculativo, sorto in seno allo studio dell’idealismo tedesco e in particolare del pensiero di Hegel, oltrepassa costantemente i limiti disciplinari della storia della filosofia per tradursi nel necessario confronto con il dibattito internazionale. Da una parte, infatti, i concetti di epoca, storia, coscienza, progresso e modernità costituiscono la griglia interpretativa attraverso la quale Bodei legge il dibattito politico e quello tecno-scientifico a lui contemporaneo; dall’altra, l’attenzione al tempo individuale, dunque in ultima istanza alla vita del singolo, spinge Bodei lungo una indagine diacronica sulle passioni e sui desideri, che incontra, prima ancora che la psicanalisi, la letteratura, la poesia e la musica.

Oltre che da docente, Remo Bodei ha contribuito ad animare il dibattito filosofico attraverso il suo impegno di traduttore e curatore italiano di testi e opere di Hegel, Rosenkranz, Rosenzweig, Ernst Bloch, Adorno, Kracauer, Foucault; grazie alla presidenza, supervisione e partecipazione a numerosi festival, tra i quali il Festivalfilosofia di Modena; tramite il contributo all’Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche, realizzata dalla RAI in collaborazione con l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici; alla partecipazione a innumerevoli comitati scientifici ed editoriali, tra i quali si segnalano qui quelli di “Filosofia”, “Teoria politica, “Iride”, “Atque”, “Next”, “Cultura tedesca”, “Anthropology & Philosophy”, “Philosophy and Social Criticism” e “European Journal of Philosophy”. Nel 2001 è stato insignito del titolo di Grand’Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana e dal 2015 ha fatto parte, in qualità di socio corrispondente, dell’Accademia dei Lincei.

Sitografia

Per la biografia e le opere principali
treccani.it
opac.sbn.it

Per il contributo alla storia del pensiero
centroperlafilosofiaitaliana.it
mindscience.webhost1.unipi.it

Appello per la filosofia
raicultura.it

Video
Zettel presenta: Remo Bodei, Hegel e la dialettica
Zettel presenta: Remo Bodei, Locke e l’empirismo
Remo Bodei, Narrare il futuro (Luiss Guido Carli)
Remo Bodei, Sui paradossi del tempo (Festival Scienza Filosofia 2016)
Remo Bodei, Sulla democrazia (Centro per l’Arte contemporanea Luigi Pecci, 6 dicembre 2017)
In ricordo di Remo Bodei, 9 dicembre 2019, SNS

  • Strutture temporali e dimensioni storiche in Ernst Bloch, 27 giugno 1978
  • Filosofia pratica e teoria dell’azione, 23-25 giugno 1982
  • Hegel, figure e funzioni della filosofia, 3-7 marzo 1986
    Lezione del 3 marzo
    Lezione del 4 marzo
    Lezione del 5 marzo
    Lezione del 6 marzo
    Lezione del 7 marzo
  • Arte e società in Hegel, 27 giugno - 1 luglio 1988
  • Il tempo della memoria, 3-7 luglio 1989
  • Il mondo e i sensi, 1-5 luglio 1991
  • Filosofia: una storia difficile, 2-6 luglio 1990
  • I nodi della volontà, 29 giugno - 3 luglio 1992
  • Oblio e memoria nella formazione dell’identità collettiva, 28 giugno - 2 luglio 1993
  • Se la storia ha un senso, 27 giugno-1° luglio 1994
    Lezione del 27 giugno
    Lezione del 28 giugno
    Lezione del 29 giugno
    Lezione del 30 giugno
    Lezione del 1° luglio
  • Filosofia, ideali e vita civile nell’Italia repubblicana, 3-7 luglio 1995
  • Letteratura e filosofia. Proust: variazioni dell’io, 24 luglio - 4 agosto 1995
  • Obbedienza: il «mistero doloroso» della politica, 1-5 luglio 1996
  • Libertà e sottomissione, 30 giugno - 4 luglio 1997
  • Meditazioni: dialogare con se stessi, formazione della coscienza e costruzione dell’individualità, 29 giugno - 3 luglio 1998
  • Memoria e modernità, 27-31 luglio 1998
  • La logica del delirio. Filosofia e psicopatologia, 28 giugno - 2 luglio 1999
  • Emozioni ed esperienza estetica, 3-7 luglio 2000
  • I paesaggi del sublime, 2-6 luglio 2001
  • Padroni di se stessi, coscienza e autodeterminazione nella filosofia moderna, 1-5 luglio 2002
  • Memoria, oblio e identità collettiva, 27-31 gennaio 2003
  • Pensare il futuro. paradossi e proiezioni della temporalità, 30 giugno - 4 luglio 2003
  • Vite reali e vite immaginate, 28 giugno - 2 luglio 2004
  • La città e il cosmo, 27 giugno - 1 luglio 2005
  • Utopia e politica, 27-30 giugno 2006
    Lezione del 27 giugno
    Lezione del 28 giugno
    Lezione del 29 giugno
    Lezione del 30 giugno
  • La nascita dell’individuo moderno, 25-29 giugno 2007
  • La vita delle cose, 23-27 giugno 2008
  • Su alcune passioni tristi: ira, odio, invidia, 22-26 giugno 2009
  • Volpi e leoni dalla ragion di stato alla democrazia, 21-25 giugno 2010
  • Vite parallele. modelli per la formazione delle identità individuali e collettive, 20-24 giugno 2011
  • «Osa conoscere!». Coraggio e limiti del sapere, 18-22 giugno 2012
  • La civetta e la talpa. Ritorno a Hegel. Filosofia, diritto, istituzioni, 18-20 giugno 2014
  • Potere e obbedienza, 22-24 giugno 2015
  • Varcare i confini, 21-23 giugno 2016
  • L’attesa di un mondo nuovo, 21-23 giugno 2017
  • Trasformazioni del lavoro. Macchine, intelligenza artificiale, educazione (Roma), dedicata a Gerardo Marotta fondatore dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici a un anno dalla scomparsa, in collaborazione con il Senato, 16 febbraio 2018
  • Dallo schiavo al robot. Lavoro, macchine, automazione, 18-20 giugno 2018
    Lezione del 18 giugno
    Lezione del 19 giugno 
    Lezione del 20 giugno
  • Multiversum. Tempo e storia in Ernst Bloch. Il confronto di Bloch con la tradizione filosofica da Platone a Heidegger, Bibliopolis, Napoli 1979
  • Dekompositionen. Formen des modernen Individuums, Bad Cannstatt, Stuttgart 1996; tr. it. Scomposizioni. Forme dell’individuo moderno, Einaudi, Torino 1987
    Frammento A
    Frammento B
    Frammento C

Saggi in volume

Prefazioni