https://www.viagrageneriquefr24.com/ou-acheter-du-viagra-en-pharmacie/
Pinakes. Ritratti dall'archivio storico

 

 

Progetto: Fiorinda Li Vigni

Coordinamento:  Emilia Marra

Redazione: Giulia Adabessa, Elisa Bellato, Elenio Cicchini, Irene Dal Poz, Giulio Gisondi, Vincenzo Fatigati, Emilia Marra, Wolfgang Kaltenbacher

Social: Elia Mantovani

Supporto tecnico: Mario Beghini, Gianluca Bessi, Fabiana Castiglione, Francesca Vittoria

Giulio Carlo Argan

 

 

A cura di Elisa Bellato

Giulio Carlo Argan (1909-1992) è stato fra i maggiori critici d’arte del Novecento. Accademico dei Lincei, professore emerito all’Università di Roma «La Sapienza» e premiato Medaglia d’oro ai benemeriti della scuola, della cultura e dell’arte, il prestigio e la notorietà dello studioso si sono intensificati negli anni Settanta. Dal 1976 al 1979 ha ricoperto la carica di Sindaco di Roma e, eletto come indipendente nelle liste del Partito comunista, è stato, dal 1983 per due legislature, Senatore della Repubblica. Politico impegnato nella promozione culturale, nel corso della sua operosa attività in difesa del patrimonio artistico, Argan è stato fondatore dell’Istituto Centrale del Restauro e membro del Consiglio Superiore delle Antichità e Belle Arti, presidente dell’Associazione Internazionale dei Critici d’Arte (AICA) e del Comité International d’Histoire de l’Art (CIHA).
Storico e intellettuale di statura internazionale, i temi da lui studiati hanno spaziato dall’arte antica a quella contemporanea, dall’architettura moderna alla museologia, l’urbanistica e l’industrial design; si è occupato, negli anni Sessanta, del rapporto tra tecnica e arte nella società capitalistica. È stato inoltre protagonista e diretto sostenitore del dibattito sugli sviluppi artistici più attuali: dalla critica della pop art, passando per il New Dada, sino all’Arte povera.
Muovendo da una concezione incentrata sulla funzione insieme operativa e progettuale dell’arte, la militanza critica di Argan si è composta di una visione non solo storica, ma anche sociale, partigiana del ruolo educativo dell’arte. Autore di un importante manuale di storia dell’arte (edito da Sansoni) adottato per oltre due decenni, Giulio Carlo Argan ha contribuito alla divulgazione culturale con la stesura di numerose voci dell’Enciclopedia Italiana e del Grande Dizionario Enciclopedico (UTET). È stato traduttore (per volere di Adriano Olivetti) del libro di Herbert Read, Educare con l’arte e ha affiancato ai suoi consistenti scritti la collaborazione con innumerevoli collane e riviste, tra cui: “Casabella”, “Comunità”, “Civiltà delle Macchine”, “La Nuova Europa”, “Aut aut”, “Il Politecnico”; e con vari quotidiani, ricordiamo “L’Espresso” e “L’Unità”. In qualità di consulente, Argan ha partecipato alla fondazione del “Saggiatore” di Alberto Mondadori, per poi essere eletto, nel 1987, presidente della Casa Editrice Einaudi.
Nel centenario dalla sua nascita si sono tenuti, ai Lincei nel 2009 e alla Sapienza nel 2010, i convegni promossi dal Comitato nazionale, su istanza dell’Associazione Bianchi Bandinelli (istituita, con Giuseppe Chiarante, dallo stesso Argan), pubblicati nel volume dal titolo Giulio Carlo Argan. Intellettuale e storico dell’arte (a cura di C. Gamba, Electa, 2012).

Sitografia

Per la biografia e le opere principali
Dizionario biografico degli italiani
Associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli
ISSUU. Bibliografia completa degli scritti di Giulio Carlo Argan e dei contributi critici a lui dedicati


Per la difesa del patrimonio artistico, l’impegno politico e il contributo alla storia del pensiero
Giulio Carlo Argan: una militanza critica lunga 60 anni, di Anna Pianezzola
Giulio Carlo Argan. Torino 1909-Roma 1992. Sito sulla vita e l’opera dell’autore
Artslife. Giulio Carlo Argan, intellettuale e storico dell’arte
Senato della Repubblica. Giulio Carlo Argan
Artribune. “Una lunga amicizia intellettuale”. Giulio Carlo Argan e la critica d’arte nel Novecento secondo Gillo Dorfles, di Claudio Gamba
NAM. Celebrazione del centenario della nascita di Giulio Carlo Argan
Artribune. Giulio Carlo Argan l’educatore, di Antonello Tolve
Cartesensibili. Silvio Lacasella a proposito di Giulio Carlo Argan. Intellettuale e storico dell’arte - ELECTA

Video
Ludovico Pratesi racconta Giulio Carlo Argan
Francisco Jaurata ricorda Giulio Carlo Argan
Intervista a Giulio Carlo Argan su Gino Cortelazzo
Giulio Carlo Argan parla dell’Impressionismo
Giulio Carlo Argan. Conferenza sul pittore  Salvatore Emblema
Giulio Carlo Argan. La storia dell’arte

Distribuzione Rcs Edizioni - documentari
Dal tempio alle cattedrali
L’Umanesimo in pittura
La pittura: da Giotto a Masaccio
I greci e il culto dei morti
L’Umanesimo in scultura e pittura
Il Cinquecento e Caravaggio
Architettura e scultura nel Veneto e a Roma
Raffaello, Giorgione e Tiziano
Leonardo e Michelangelo
Dalla Repubblica Veneta alla Signoria Lombarda

La Grecia antica. Mito e simbolo per l’età della grande rivoluzione, in collaborazione con l’Università di Salerno, l’École Française de Rome, l’Istituto Italiano di Studi Germanici, l’Istituto Svizzero di Roma, Roma-Salerno, 11-15 dicembre 1989.
Relazioni di C. G. Argan, P. Vidal-Naquet, P. Boutry, P. Junod, A. Di Vita, F. Pitocco, F. Deuchler, C. Maltese, J. Risset, J. Raspi Serra, P. Colaiacomo, G. Massara, P. Brückmann, D. Irwin, J. Ferrari, P. Thompson, J. Wilton-Ely, D. Wiebenson, G. Pugliese Carratelli, A. Schnapp, M. McCarthy, M. Kunze, A. Allroggen-Bedel, J. Irmscher, C. Mossé, U. Todini, O. Bätschmann, M. Venturi Ferriolo, B.von Waldkirch, N. Zanni, G. B. Clarke, F. Neumeyer, B. Neutsch, A. Effenberger, E. Chiosi, M. Platania, C. Pasi, L. Zagari, A. Lombardo, P. Chiarini